ocean2.jpgocean1.jpgocean3.jpg

Contro la chiusura della Malzoni Radiosurgery Center - Istituto Clinico Mediterraneo

La notizia della decisione della ASL SALERNO di decretare la "conclusione gestionale della sperimentazione" della Malzoni Radiosurgery Center - Istituto Clinico Mediterraneo è stato un fulmine a ciel sereno.

Di fatto la ASL SALERNO ha deciso di bloccare le prenotazioni nelle liste di attesa della struttura.

E' vero che la sperimentazione ha avuto inizio nel 2009 e di fatto si concludeva nel 2015, ma i risultati eccellenti sono sotto gli occhi di tutti.

Innanzitutto vi è da dire che i risultati lodevoli vi sono stati soprattutto nelle cure. Il servizio ha raggiunto standard di qualità così elevata da giungere ad ottenere la mobilità attiva.

Cos'é la mobilità attiva? I malati di altre regioni venivano ad Agropoli a curarsi. In una regione, come quella campana, in cui i nostri concittadini vanno a curarsi verso altre regioni, giungere ad avere un centro di cure oncologiche che attrae persone da altre regioni la dice lunga su ciò che sono riusciti a creare gli uomini e le donne che fanno parte di questa realtà.

40 prestazioni giornaliere non sono poche e vi sono potenzialità per incrementarle.

Si deve evidenziare anche un'altra cosa, squisitamente economica, la Malzoni Radiosurgery Center - Istituto Clinico Mediterraneo ha un bilancio in attivo da 4 anni.

Quindi ci si trova dinanzi ad una realtà che porta persone da altre regioni a curarsi da noi; una realtà che porta UTILI in termini economici alla nostra sanità.

Bloccare le prenotazioni nelle liste di attesa significa, di fatto, chiudere.

Non si comprende su cosa sia basata questa scelta e cosa accadrà ai 10 dipendenti.

Questa mattina ho parlato con alcuni di loro ed è emerso proprio lo scoramento di chi si è impegnato molto negli anni per raggiungere questi livelli e vede vanificato tutto.

Una precarietà mentale figlia del fatto di non sapere come sarà il loro futuro.

Vi erano i presupposti per giungere ad un accreditamento della struttura al fine di entrare nel circuito sanitario non più come sperimentazione, ma come centro dispensatore di cure.

Ora non si sa nulla per i prossimi 2-3 mesi e tutti si chiedono: la struttura verrà chiusa o trasferita?

Domani ci sarà un incontro presso la ASL Salerno tra proprietà e commissario.

Restiamo in attesa di notizie.

Nel frattempo ho chiesto un intervento del Sindaco di Agropoli al fine di scongiurare questa chiusura ed ho richiesto altresì la convocazione urgente di un Consiglio Comunale monotematico sulla situazione sanitaria di Agropoli.

La condizione della Malzoni Radiosurgery Center- Istituto Clinico Mediterraneo sarà posta all'ordine del giorno nella prossima riunione congiunta dei comitati civici al fine di elaborare una proposta risolutiva da comunicare agli organi competenti.

 

Joomla templates by a4joomla