ocean1.jpgocean3.jpgocean2.jpg

Parco di via Taverne: Lo specchio della amministrazione Alfieri.

Ad Agropoli il parco di via Taverne è uno dei pochi posti in cui poter portare i propri bambini.

Quando posso ci vado col piccolo Nicolò e con lui trascorro momenti di serenità assieme ad altri bimbi ed i loro cari, alcuni di loro anziani.

Purtoppo il parco è stato di fatto abbandonato dall'amministrazione comunale agropolese.

Non è concepibile che da anni non venga fatta nessuna manutenzione.

La conseguenza è che vi sono diverse giostre rotte, le protezioni da aggiustare ed il verde è da rinvigorire.

2 scivoli in uso su 4. I due rotti presentano delle tavole inchiodate alla meglio che impediscono ai bambini di cadere.

 

 

(Si ringrazia Nicolò per essersi prestato come modello)

2 altalene rotte su 4. Le due rotte presentano solo i pali.

 

 

1 giostra girevole rotta su 2. La giostra rotta è molto pericolosa i bambini girano sulla giostra in piedi e senza possibilità di mantenersi.

 

Panchine rotte e pericolose ed altre giostre rotte.

 

 

Ghiaia mancante e pavimentazione morbida da rifare.

Mai fatta una disinfestazione ed i bambini, al tramonto, divengono il pasto delle zanzare.

In questi  casi i vandali non sono responsabili, ma il semplice utilizzo e l'assenza di minima manutenzione.

Se le giostre presentano elementi in legno esposti agli agenti atmosferici è normale che dopo anni di uso, in assenza di manutenzione, si deteriorano.

Il comune di Castellabate, nel mese di Agosto, ha inaugurato un bel parco giochi pubblico presso la Villa Matarazzo divenuto presto il centro fondamentale per chi ha dei bambini.

Non è secondaria l'altra caratteristica del parco agropolese di via Taverne: polo culturale durante le sere d'estate.

Infatti vi si avvicendavano associazioni, artisti e compagnie teatrali che  allietavano le afose sere di cittadini e turisti.

Eventi prevalentemente gratuiti e molto seguiti. Quasi sempre tutto esaurito.

Questa estate gli eventi svolti si contano sulla punta delle dita.

Il motivo è anche l'editto contro Umberto Anaclerico che in quel parco ha tenuto per anni il premio "Nino Taranto" un fitto cartellone teatrale con partecipazioni di artisti di caratura internazionale -oltre ad Umberto.

Cosa ha prodotto questo disinteresse per il parco pubblico?

Cosa ha comportato questo accanimento contro Umberto Anaclerico?

L'agonia di una realtà agropolese che poteva essere il fiore all'occhiello della città.

Si aggiunga che il restauro della tanto pubblicizzata fornace è fermo al palo perché si attende l'avvicinarsi della prossima campagna elettorale per l'inaugurazione. Ne parleremo a primavera 2017.

Per i motivi evidenziati, il gestore dell'unico bar del parco ha dichiarato non più sostenibili i costi di gestione in rapporto coi ricavi.

Il parco di via Taverne descrive bene l'azione POLITICA della amministrazione comunale. Più importante spendere per inaugurare che fare manutenzione. La lontananza di chi vive nel palazzo dalle persone comuni-Qualcuno ha mai visto un amministratore al parco di via Taverne? La politicizzazione della cultura: se l'artista non è gradito via dal parco a costo di chiuderlo.

Chi paga questo stato di cose?

Su chi ricadono questi comportamenti dell'amministrazione?

Sui bambini.

I bambini non votano.

Urge un intervento serio di rilancio del parco. Un'azione di utilizzazione migliore degli spazi.

-la cosa più semplice sarebbe stata -almeno per il periodo estivo- di portare lì le giostre che lasciano il posto in piazza al teatrino dei Fratelli Ferraiolo. Alcune di esse sono state montate in spazi privati-

Non sarebbe nemmeno sbagliato un aiuto al gestore del bar, per evitare la chiusura, inteso non come sussidio, ma risarcimento per ciò che non è stato fatto ma che si deve fare -ad esempio la sospensione delle imposte comunali.

Su change.org una serie di ragazzi di Agropoli chiedono uno skatepark. Si può firmare una petizione online per ottenerlo.

Può essere un'idea realizzarlo lì rimodulando il parco ed incrementando anche le giostre. Giovani, bambini ed accompagnatori; ne gioverebbe anche l'economia.

Cose semplici. Purtroppo inutili per chi ci amministra perché manchevoli di cemento, appalti e cooperative.

Da ultimo, per dovere di cronaca, segnalo che sul parco di via Taverne si è espressa tempo fa l'opposizione e nello specifico esponenti del Movimento 5 Stelle.

Sono rimasto basito. Ho visto il progetto e sono rabbrividito.

Spazzare via il parco. Operare una forte cementificazione. Erigere un teatro all'aperto e dei locali commerciali.

(Progetto sul parco di via Taverne)

Purtroppo tra maggioranza e minoranza nessuno ha a cuore i bambini.

È vero. Loro non votano.

I loro genitori ed i loro nonni sì.

Spero che lo facciano con giudizio.


Joomla templates by a4joomla