ocean1.jpgocean3.jpgocean2.jpg

NOI CON SALVINI AGROPOLI - Autovelox

 

COMUNICATO STAMPA

Il coordinamento cittadino Noi con Salvini - Agropoli intende intervenire sulla questione Autovelox e scout speed in fase di installazione ad Agropoli.

Innanzitutto siamo intenzionati a ribadire, qualora ve ne fosse la necessità, che il nostro coordinamento cittadino pretende il rispetto della Legge ed il rispetto delle regole. Per questo motivo siamo favorevoli alla installazione di autovelox fissi sul territorio comunale e dell'equipaggiamento (ed utilizzo) di apparecchiature scout speed sui mezzi della polizia municipale di Agropoli. La nostra terra ha già pagato un tributo molto alto in termini di vite (spesse volte giovani vite) e, quindi, è giusto non lasciare nulla di intentato al fine di scongiurare il ripetersi di tragedie che sono ancora vive nella memoria della cittadinanza agropolese e cilentana.

E' vero. Chi rispetta i limiti di velocità non deve temere sia di esporre la sua vita ad un pericolo che la possibilità di irrogazione di una sanzione amministrativa.

Pretendiamo, allo stesso modo, però, che lo stesso rispetto delle regole sia tenuto anche da chi le regole le deve fare rispettare.

Non possiamo permettere che lo Stato utilizzi procedure borderline per far rispettare la Legge.

La sensazione è che l'interesse perseguito da chi amministra la città di Agropoli sia quello di aggiustare i bilanci sconquassati da una gestione molto generosa con associazioni e cooperative per lo più riconducibili, più o meno indirettamente, alla stessa amministrazione. 

Troppe volte l'amministrazione comunale, a guida PD, ha esposto, sulla vicenda autovelox e polizia municipale, la città ad una gogna mediatica, come accaduto anche negli ultimi giorni.

Leggere che un pezzo dello Stato, la polizia stradale, abbia sanzionato un altro pezzo dello stato, la polizia municipale, pone il cittadino in uno stato di mancanza di punti di riferimento.

Ciò soprattutto se si leggono le dichiarazioni del Primo Cittadino e dei Sindacati che tendono a delegittimare gli accertamenti della polizia stradale.

Proprio per questi motivi, legalità e rispetto della Legge, il nostro gruppo chiederà un incontro urgente con la competente Procura della Repubblica di Vallo della Lucania al fine di fornire un supporto collaborativo.

Joomla templates by a4joomla